LA FORMAZIONE DELL'APOSTOLO

I membri della Società di San Pablo, conosciuti come Paolini, fedeli alla missione ad essi confidata per il Fondatore, c'impegniamo nella diffusione del messaggio cristiano, utilizzando i mezzi che la tecnologia mette a disposizione dell'uomo di oggi per comunicare. Promossa definitivamente per la Santa Sede il 27 giugno di 1949, siamo presenti in 38 nazioni…Molti sono i campi della nostra attività: edizioni di libri, giornalismo, cinema, televisione, radio, audiovisivi, multimedia, Internet, web, telematica; centri di studio, investigazione, formazione, animazione.

 

La Società di San Pablo, composta per sacerdoti e discepoli che professano gli stessi voti religiosi formando una comunità di vita, di preghiera e di apostolato.

Mettiti in contatto con noi ed inizia il tuo processo vocazionale

L'aspirantato

La prima tappa è l’aspirantato, che mira a integrare il candidato in una comunità, dove avrà modo di approfondire le ragioni autentiche della propria risposta alla chiamata del Signore. In questa tappa sarà avviato progressivamente alla preghiera personale e comunitaria, all’amore per la Chiesa e per l’Istituto, allo spirito e all'apostolato paolino.  

Il Postulato

La seconda tappa è il postulato, un periodo della durata massima di due anni in cui vengono accertate le attitudini e la vocazione del candidato. Verrà altresì verificato il grado di cultura religiosa e, nel caso in cui vengano individuate delle lacune, di completarla. Al termine del postulato il candidato dovrà mettere per iscritto la propria volontà manifesta di essere ammesso al noviziato. 

Il Noviziato

La terza tappa è il noviziato, che ha lo scopo di far conoscere gli elementi fondanti della vita religiosa. Il candidato verrà introdotto alla teoria e alla pratica dei consigli evangelici e avviato all’attività apostolica della comunità. Nel frattempo la Congregazione avrà la possibilità di conoscere più a fondo il candidato. La durata del noviziato è di dodici mesi, al termine dei quali, se considerato idoneo, il novizio sarà ammesso ad emettere i voti religiosi e ad entrare ufficialmente come membro della congregazione. 

Lo Juniorato

La quarta tappa è lo juniorato, il periodo di formazione che segue il noviziato e precede la professione dei voti perpetui. È un tempo di maturazione, approfondimento e accettazione di tutte le componenti della formazione. Con la professione perpetua il religioso verrà incorporato definitivamente nella Congregazione. Una volta accertata la loro idoneitàda parte dei rispettivi superiori, i paolini orientati al sacerdozio completano gli studi di teologia e vengono ordinati preti. 

«La formazione non è mai compiuta: non finisce con la professione perpetua; non cessa mai l’impegno di un continuo rinnovamento e progresso in tutti i campi»

(Cost., art. 156)